Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

PARTECIPA AL NOSTRO SONDAGGIO SULL'EDUCAZIONE FINANZIARIA

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 Federconsumatori sostiene la lotta della FISH

Il giorno 26 ottobre 2011 alle ore 11.00 è indetta dalla FISH, Federazione Italiana per il superamento dell’handicap, manifestazione con sit-in a Venezia presso Palazzo Ferro Fini.
Si manifesta contro i tagli indiscriminati disposti dal Governo Nazionale alle risorse destinate alle politiche sociali e alla non autosufficienza; tali decisioni governative si ripercuotono sui bilanci degli Enti Locali e delle Regioni determinando una situazione di seria compromissione dei diritti delle persone con disabilità.
Si manifesta anche contro la Regione ritenendo che non si stia muovendo nella direzione giusta, nella valutazione della gravità della situazione perché tali tagli non devono influire sui finanziamenti dei servizi essenziali alle persone con disabilità grave e alle persone anziane non autosufficienti.
Si chiede al Consiglio Regionale di costruire un Bilancio preventivo per il 2012 che tenga conto delle esigenze effettive ed essenziali di tali persone riducendo le spese in altri settori.
Riteniamo che i servizi sociali vadano finanziati in base alle necessità rilevate specificatamente sul territorio e debbano essere a carico interamente della società e non delle persone obbligate a ricorrere a tali servizi.